1218-2018: L’università di Salamanca festeggia otto secoli di cultura.

1218-2018: L’università di Salamanca festeggia otto secoli di cultura

Le prime università europee nacquero tra la fine del XII e gli inizi del XIII secolo. Fra queste annoveriamo Bologna, Oxford, Parigi, che esistono ancora oggi, ma durante il Rinascimento non era meno importante l’Università di Salamanca, una fra le più antiche d’Europa, e la più antica università di un paese di lingua spagnola. Oggi questa antica Alma mater si appresta a festeggiare il suo ottavo secolo di storia.

Fondata dal Re Alfonso IX di León nel 1218, ottiene dal Re Alfonso X il saggio tutti i privilegi economici che le poteva offrire la monarchia. Da allora in poco tempo divenne uno dei principali centri di studio della penisola iberica, e fu la più antica università spagnola ad essere dotata di una biblioteca indipendente da quelle degli altri istituti religiosi e civili della città.

Ulteriori privilegi furono concessi all’Università di Salamanca dal Papa Avignonese Benedetto XIII (il cardinal Pedro de Luna, di origine spagnola) che nel 1415 favorì l’acquisto di quello che oggi è conosciuto come il cortile degli Studi Maggiori, un edificio rinascimentale che fu terminato nel 1533 e che oggi rappresenta, con la sua facciata riccamente scolpita, il simbolo dell’Università di Salamanca nel mondo. Nel XV secolo, sopra la cappella di San Geronimo, era ubicata la biblioteca, con il soffitto decorato dall’affresco di Fernando Gallego che oggi è andato in parte distrutto. Ciò che rimane del dipinto, che raffigura un cielo stellato con le sue costellazioni, è conosciuto proprio come “cielo di Salamanca”, e grazie ad un’opera di restauro eccellente, dal 1952 è possibile ammirare ciò che resta dell’affresco in un edificio conosciuto come cortile delle “scuole minori”.

Agli inizi del XVI secolo gli alunni sono oltre tremila, un numero molto elevato considerando che Salamanca era una piccola città, lontana da Madrid e da Lisbona. Crebbero anche i collegi studenteschi, che dovevano accogliere alunni che giungevano anche da luoghi remoti, come l’Irlanda. Era il collegio di San Patrizio, oggi conosciuto come Collegio Fonseca, ad accogliere gli universitari di quella lontana isola.

Fra i maestri più famosi dell’Università di quel tempo, ricordiamo Antonio de Nebrija, Fray Luis de León, Francisco de Vitoria, Francisco de Salinas, e alunni celebri come San Juan de la Cruz, che seguì Santa Teresa, o il pittore Luis de Góngora, e più tardi, nel XVII secolo, lo scrittore Pedro Calderón de la Barca.

All’interno del cortile universitario impressiona il visitante una altissima sequoia americana piantata nel 1870, che fu donata da uno studente dell’Università, Federico de Onís, e di fronte alla facciata, la statua nera di Fray Luis de León, che domina la piazza.

Oggi il campus più grande dell’Università è il Campus Miguel de Unamuno, inaugurato nel 1989. Ospita numerose facoltà, una residenza per studenti (Collegio di Cuenca), ed una moderna biblioteca. Alla fine del secolo scorso gli studenti erano più di trentamila; questo rende l’Università il primo motore economico e turistico della città di Salamanca, che si appresta a rendere omaggio a questa nobile ed antica istituzione con una serie di eventi eccezionali che vedranno al centro della scena cittadina tutta la società civile spagnola, il Re di Spagna, le radio e le televisioni nazionali ed internazionali.

Se volete migliorare il vostro spagnolo e lavorare come volontari insieme a molti altri studenti, potete aiutare l’università entrando nello staff organizzativo; troverete tutte le informazioni per candidarvi su: http://centenario.usal.es/voluntarios-2018/

 

Blog posts

  • Il Principe Jaroslav

    Posted on 21.05.2016 in

    La Russia, in questo 2016, può festeggiare un compleanno di tutto rispetto, mille anni! Nel 1016, dopo aver combattuto aspramente con i suoi fratelli per impossessarsi dei territori paterni, Jaroslav divenne principe di Kiev, dando origine al primo nucleo territoriale del futuro stato Russo e gettando le basi religiose e giuridiche di uno stato solido, destinato a durare nei secoli a venire.

  • Olimpiadi della matematica e compiti in classe

    Posted on 15.05.2016 in

    Una manifestazione che stimola la competizione tra gli studenti delle scuole secondarie è costituita dalle Olimpiadi di matematica. Gli scorsi 6 e 7 maggio, a Cesenatico, si sono svolte le finali nazionali, individuali e a squadra: sono state assegnate 24 medaglie d’oro, 50 d’argento e 75 di bronzo, secondo una graduatoria che ha premiato i ragazzi più meritevoli. Un’ulteriore selezione individuerà 6 dei 24 migliori studenti che potranno partecipare alle gare internazionali che si terranno a Hong Kong dal 6 al 16 luglio prossimi.

  • Professori premiati: ma quali?

    Posted on 13.05.2016 in

    La somma messa a disposizione dal Governo – il cosiddetto bonus di merito della ‘Buona scuola’ (duecento milioni di euro) – per premiare gli insegnanti che si saranno maggiormente messi in evidenza dal punto di vista educativo e didattico dovrà essere assegnata entro il 31 agosto 2016.

  • Scienza e bambini

    Posted on 09.05.2016 in

    Un obiettivo nobile di una nazione è quello di insegnare le materie scientifiche ai bambini. Discipline come la fisica, la matematica, la chimica, la biologia o la medicina risultano spesso ostiche anche alle persone adulte e nelle università italiane le facoltà delle cosiddette scienze esatte raccolgono il minor numero di iscritti rispetto a quelle umanistiche.

  • Il concorso e i vecchi concorsi

    Posted on 09.05.2016 in

    Come si accede all'insegnamento nelle scuole pubbliche? Secondo la nostra Costituzione, bisogna sostenere un esame (Concorso): «È prescritto un esame di Stato per l’ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l’abilitazione all’esercizio professionale» (art. 33), al quale si partecipa dopo aver preso una laurea magistrale (3 anni di diploma universitario + 2 di specializzazione). Prima della riforma del ciclo di studi universitario, bastava la laurea quadriennale e, per le scuole elementari, il diploma dell'istituto magistrale.

Pagine

Scegli qui il tuo videocorso!

Clicca sulla sezione di tuo interesse, tipologia di materia o scuola.

Oppure scegli fra decine di materie che compongono il ns
Catalogo completo.

 

  • Hai bisogno di chiarimenti o di informazioni?
  • Vuoi richiederci un nuovo corso?
  • Vuoi collaborare con noi?
  • Vuoi segnalarci un problema, un suggerimento, una lamentela?

Consulta la sezione DOMANDE FREQUENTI e, qualora non dovessi trovare la risposta al tuo quesito, CONTATTACI.

Risponderemo nel più breve tempo possibile!